Recensioni

IRRACCONTABILI: ovvero resistere alla lacerazione

Già dovrebbe dire qualcosa quella carta kraft su cui Pedro Mardones decise di scrivere la sua unica raccolta di racconti, compilata in trittico durante un periodo di lacrime e sangue, quello della dittatura Pinochet, negli anni Ottanta. Una carta da...

Fare a pezzi Linès-Fellow

Ciò che a prima vista potrebbe apparire come il resoconto di un’impresa ai limiti dell’incredibile è in realtà il caso di degradazione fisica e morale di un uomo, Mell Fellops, e dell’arte performativa del suo medico, Linès-Fellow, nel renderne...

La feroce maschera del Messico

Ho bisogno di immagini, sulle quali riconosco i miei stati d’animo quasi con altrettanta prontezza e precisione che sugli scritti di un autore. […] Il mio mondo è stipato di figure. Emilio Cecchi è uno degli autori che si inserisce perfettamente in...

Tutte le promesse, di Raffaele Mozzillo, effequ editore

Tutte le promesse

“Tutte le Promesse”, di Raffaele Mozzillo, ed. effequ. È una storia di degrado, di abbandono, in una delle tante città italiane in cui il male viene scelto come unica possibilità e il discrimine è una frontiera remota. La vita di tre...

copertina del libro

“1972” di Francesca Capossele Playground

È una storia di mutamenti, di transizioni, di disgregazioni. Ma è soprattutto un racconto di famiglia e di un periodo storico italiano in cui i conflitti generazionali rendono evidente una discrepanza fondamentale tra padri e figli.La voce narrante...

copertina del libro Storia dei miei denti di Valeria Luiselli

“La storia dei miei denti”, Valeria Luiselli

È una storia di cambiamenti, d’insussistenze, vera come la finzione; di quelle incrollabili, su cui saresti pronto a giurare nonostante l’eccentricità estrosa e l’intrusione del surreale. Siamo a Pachuca, a Ecapetec de Morelos, siamo nel Missouri, a...

“Il Sale” di Jean-Baptiste Del Amo

La copertina dell’edizione italiana de “Il Sale”, pubblicata da Neo Edizioni È la storia di un ritorno alle origini, di un’impronta indelebile, di una vocazione amorosa. È memoria che si fa materia e sgorga dalle piaghe dell’anima...