Apparati

Come un grande organismo vivente, Modus legendi si serve di
suddivisioni riconducibili alla fisiologia umana.

“LETTERARIA – la promessa”

Terza puntata Sinora vi abbiamo parlato di un sogno, di quelli in cui la conoscenza non è monopolio di nessuno ma condivisione ragionata dei ragazzi delle scuole di Fano, Urbino, Senigallia e Brunico. Giangiacomo Feltrinelli diceva: “sarà un...

Ascoltare la fine del mondo

Si potrebbe dire della musica quello che vale per la letteratura e cioè che oggi importi di più l’ascoltatore-lettore/acquirente dell’esperienza dell’assoluto e che lo spirito dell’utopia è morto. Se questo enunciato dovesse apparire ingenuo basti...

La cucina editoriale (XVI parte)

Attenzione: mangiare cibi mediocri produce regressione e gli editor che conosco mi raccontano che anche leggere libri mediocri produce regressione. Lo sapevate? Siamo ormai abituati alla mediocrità strisciante al ribasso. Lo è spesso...

La cucina editoriale (XV parte)

Allora, le prossime domande vengono spontanee: è importante nutrirsi di alimenti di prima qualità? Cos’è che all’atto pratico sentiamo cambiare dentro di noi?Questa volta oso introdurre un elemento importante, un concetto karmico, legato...

La cucina editoriale (XIV parte)

Avete mai pensato a un libro che avete letto come un menu, una portata da preparare, trasformando la lettura di un romanzo in un piatto? Io sempre e la prossima settimana…È passato qualche giorno in più dall’ultimo articolo perché mi...

La cucina editoriale (XIII parte)

…ritenete che il sapersi accontentare sia un difetto o un pregio? Per quello che mi riguarda sapersi accontentare è entrambe le cose. C’è un periodo in cui occorre non accontentarsi mai e un periodo invece dove è essenziale sapersi...

La cucina editoriale (XII parte)

Al maestro rubai altri segreti, come quelli delle proporzioni degli impasti e da lì imparai a leggere in mezzo agli ingredienti dell’editoria e a capire che l’editoria è un mestiere in perdita. Sapete dove sta il guadagno? Faccio una premessa...

La cucina editoriale (XI parte)

…ritengo che la vera narrativa sia fatta da autori che scrivono per sottrazione. Come nella cucina, occorre imparare per dimenticare poi tutto? Un giorno di circa vent’anni fa, uno chef con il quale (e per il quale) lavoravo mi chiese:...