Vertebre

Come in uno specchio

Adesso noi vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo faccia a faccia. Il 28 ottobre del 1958, al Royal Court Theatre di Londra debuttò “L’ultimo nastro di Krapp”, di Samuel Beckett. Il protagonista, interpretato da Pat...

Anarchia di una mente autobiografica

Questa è un’autobiografia. Questa non è un’autobiografia. Si gioca su un’apparente contraddizione la stesura di “Autobiografia di mia madre” di Jamaica Kincaid (traduzione di David Mezzacapa – Adelphi Edizioni), ma sarebbe più corretto dire che...

Trattato sull’entomologia delle cose

Il Pensiero originale è infatti collettivo e indescrivibile. Non esiste forse enunciato più acconcio per viaggiare in direzione eguale e contraria verso l’opera di Paolo Brunati. Scrittore, poeta, scultore, artista totale, nella cosmogonia...

L’inutilità apologetica della solitudine

Una donna s’introduce nella casa di un uomo dopo che questi l’aveva intravista dalla finestra di casa sua qualche tempo prima. La donna entra nella camera da letto dell’uomo, si corica e muore. Sembrerebbe l’inizio di una notizia di cronaca nera con...

Evocare l’ombra

C’è una scena iniziale nel capolavoro cinematografico di Orson Wells, “Citizen Kane” (Quarto Potere) che avvia e sintetizza l’intera storia di un uomo che ha vissuto parallelamente a se stesso e che ha legato il suo destino a qualcosa accaduto...

Il fanatismo di una ribellione

Quale che sia la ragione della dimenticanza, un deciso livellamento verso scenari letterari abusati o sicuri orizzonti di malcelata repulsione contro il femminismo impegnato, fatto sta che dell’opera di Laudomia Bonanni se n’era persa traccia...

La memoria del grande animale

È la storia di un’iniziazione, di un incantesimo, di un addomesticamento della morte che finisce di essere tale trasformandosi in un attimo di vita che dura per sempre.Il giovane protagonista della storia, Francesco Colloneve, guarda il mondo dalla...

Il cantiere sublime

Quella di Andrej Nikto è la storia di un’utopia rivelata, una folle corsa dalle distanze, una ricerca arrovellata di un approdo. Nikto è un Ulisse post-moderno e, come tale, un inetto sveviano. Incapace di aderire alla vita, senza un ruolo sociale...

“Si vive ancora, oggi”

È la storia di una rinuncia, di una memoria, di una mancanza.Ci sono tempi in cui è necessario dimenticare e altri in cui il racconto si fa sinodia misterica ogni volta che lo sguardo sfiora il cielo. Sulla terra degli uomini è gravoso indagare ma...

Alla fine del tempo

Se potessimo sincronizzare il tempo reale con quello interiore! Sarebbe il tempo in cui siamo stati felici e di sicuro ciascuno lo collocherebbe nella propria giovinezza.Perché non fare che questo tempo sia il luogo in cui accompagnare a morire chi...